Prenota al mare Arenella - Prenota al centro storico di ortigia
BACK TO TOP

Hotel

S’erge dalle ceneri della storia, nell’ampia penisola che forma la sponda sud del mitico porto grande di Siracusa e che, adagiandosi ancora più a sud, compone la penisola del Plemmirio, luogo citato per la storia degli uomini, da Tucidide e, nell’Eneide, da Virgilio. E’ uno stabile antico del 1897, ristrutturato ai margini della strada provinciale che, collegandosi con la Via Elorina, che lascia Siracusa, raggiunge le zone costiere che compongono la suddetta penisola, tutte a mirare il mare, così denominate: Arenella, Milocca, Fanusa, Terrauzza, Capo Murro di Porco, contrade Maddalena, Isola e Sacramento; queste ultime, prospicienti sul porto Grande di Siracusa.

 

L’Hotel Villa Fanusa trovasi a pochi chilometri da Siracusa, circa 4, sulle terre nere e pastose di Milocca, in contrada Fanusa, ora rigogliosa d’agrumi; un tempo, ombrosa e boschiva, a salvaguardia della penisola descritta; inglobata nell’area Marina Protetta del Plemmirio. Chi vi giunge per cercare la storia, scopre di ritrovarsi nelle origine della storia degli uomini; difatti il luogo, a poche centinaia di metri di distanza dalla struttura alberghiera, è pregno di insediamenti e presenze Paleolitiche, Neolitiche: nella zona di Terrauzza e sui dirupi della Costa Bianca, e di presenze Arcaiche del VI secolo a C. – La cava di calcarenite giallognola di Terrauzza, ha permesso di edificare i templi greci di Giove ed Apollo e delle prime case di Siracusa antica.

 

L’Hotel Villa Fanusa, nel suo intimo circondario, ha gli stessi profumi che respirarono le truppe cartaginesi, quando nel 396 a C. decisero di accamparsi, anche in zona Milocca, per cingere di assedio Siracusa. Trovasi in un luogo pieno di vita, di fascino e misticità; essendo disseminato di ruderi sparsi sul territorio, alcuni ancora da valorizzare. Attorno al VII secolo d C. la penisola del Plemmirio fu pervasa dal fervore religioso, favorito dalla ospitalità e serenità dei luoghi e dalla presenza notevole di grotte, prospicienti anche sul mare, in cui furono molti gli eremiti e religiosi amanti della preghiera e della solitudine contemplativa. Si ricorda, per tutti, nel XIV secolo, il Beato Federico Campisano, che per i miracoli attribuitigli, alla sua morte, avvenuta nel 1335, fu sepolto nella Cattedrale di Siracusa.

 

Trovasi vicino al mare, ed è crocevia di importanti itinerari turistici diversificati, in aggiunta a quanto è nel luogo e descritto, quindi, è determinante ben programmare il tempo, per usufruire di un relax continuativo e duraturo, essendo il patrimonio archeologico e monumentale del territorio e delle zone limitrofe, unico al mondo.

 

Nell’Estate del’43 a “Fanusa Milocca” e dintorni, (scrive Paolo Coriglione – Mediterraneo Edizioni Siracusa). La notte del 9 luglio 1943, nelle masserie”Orefice” e “Pozzo di Massa” delle Contrade Siracusane di Fanusa e Milocca, si assistette agli scontri tra le truppe Italiane e l’esercito Alleato. I caduti si contarono a decine ed i contadini si preoccuparono di seppellirne i corpi, nelle campagne siracusane. Proprio dalla piccola Contrada della Fanusa, ebbe inizio il lungo cammino della liberazione e verso un cammino di dimensioni più vaste delle vicende umane!

 

L’Hotel Villa Fanusa, presumibilmente era una delle due masserie indicate dall’autore, quella di Pozzo di Massa.

2528483

LE CAMERE

9953048

SALA MEETING

9952744

PRENOTA

Realizzazione siti web pixelabdesign.it
IT | EN